Cambiare web agency e agenzia di marketing

Sai quali sono i principali motivi che possono portarti a decidere di cambiare la tua agenzia web?
Generalmente le ragioni sono di due tipi:

  • economiche, quando mancano i risultati e non c’è un adeguato ritorno dell’investimento. In questo caso il danno è immediatamente riconoscibile, i soldi escono, ma non rientrano;
  • professionali, quando hai la percezione che la tua agenzia stia lavorando in maniera approssimativa e superficiale, manca di comunicazione interna, sei costretto a ripetere le stesse cose a più persone. Hai troppi referenti diversi per le stesse attività e spesso le tue richieste o le tue comunicazioni cadono nel vuoto. In questo caso il dispendio di energie è ancora più alto perché perdi tempo, risorse e la maggior parte delle volte anche la pazienza.

Entrambe le motivazioni hanno un peso enorme e possono farti decidere di dare un colpo di spugna alla tua web agency per metterti alla ricerca di un nuovo fornitore di servizi web.

Ma tutti conosciamo fin troppo bene il detto che dice: “se lasci la strada vecchia per la nuova, sai quel che lasci, ma non quel che trovi”, quindi continua a leggere se vuoi scoprire quali sono le principali verifiche da fare prima di cambiare agenzia.

Andiamo ad analizzare insieme quali sono gli scenari che possono presentarsi quando decidi di cercare una nuova agenzia. Cosa potrebbe accadere chiudendo la collaborazione senza fare attenzione ad alcuni dettagli importanti e come fare per rendere il passaggio di consegne dalla vecchia alla nuova web agency, meno problematico possibile.

Cosa succede se cambio agenzia web?

Nella migliore delle ipotesi il cambio di agenzia web ti porterà a definire una nuova strategia con il tuo nuovo partner che genererà un’ottimizzazione degli investimenti e porterà dei contatti (lead) pronti ad acquistare i tuoi prodotti o i tuoi servizi. Ma questa è solo la migliore delle ipotesi…

Vediamone altre di ipotesi.
Potrebbe capitarti di scoprire di non avere accesso come amministratore ai vari pannelli perché sono di proprietà dell’agenzia. Potresti non avere accesso come amministratore al pannello di Google Analytics ad esempio che ti permette di tenere traccia del traffico sul tuo sito, o al pannello di Google ADS dove è racchiusa la gestione e lo storico delle campagne fatte. Questo significherebbe perdere dati preziosissimi.

Nella fase di transizione da un’agenzia all’altra, se la nuova agenzia è ben strutturata, tra le prime richieste in fase preliminare, ti chiederà proprio gli accessi a questi pannelli per fare una prima analisi di tutto ciò che è stato fatto al fine di stabilire una strategia efficace da implementare. Fai attenzione perché quello che ti ho appena descritto è uno dei fattori che deve farti segnare sul tabellone un punto a favore dell’agenzia che stai valutando.

Cambiare agenzia web può voler dire anche interfacciarsi con figure differenti rispetto a quelle presenti nella tua precedente web agency. In alcune agenzie i contenuti per i canali social, ad esempio, vengono sviluppati da un Social Copywriter, in altre il Social Media Manager si occuperà anche della scrittura dei post.
Molte realtà hanno un front-office che “accoglie ed accompagna” il cliente per tutta la collaborazione facendo da account, da referente principale insomma, per il cliente.

Inoltre tieni presente che la web agency alla quale hai deciso di rivolgerti difficilmente riprenderà in mano il progetto implementato dalla precedente digital agency.
Studierà piuttosto una strategia basata sul suo modo di operare e per buona parte si tratterà di una strategia completamente nuova. Avrai un ulteriore punto da segnare sul tabellone a favore della nuova agenzia se quest’ultima ti chiederà di analizzare anche ciò che è stato fatto precedentemente per capire se può essere ripreso in mano ed ottimizzato. 

Come fare a cambiare web agency?

Prima di tutto riprendi in mano il contratto e verifica le clausole con attenzione.
Controlla che le attività che l’agenzia ha fatto per te, come i contenuti, il sito, le pagine di atterraggio (landing page) e i pannelli di Google ADS o di Google Analytics ad esempio, restino di tua proprietà e tu possa continuare ad accedere a ogni singolo pannello come amministratore anche una volta chiusa la collaborazione.

Spesso mi è capitato di gestire clienti che, chiusa frettolosamente la collaborazione con la loro agenzia, non avevano più nessun dato a cui fare riferimento perché i pannelli erano tutti di proprietà dell’agenzia che li aveva creati. In alcuni casi, visto che i risultati erano stati pessimi, poco male, ma in tutti gli altri casi ha significato ricominciare a incamerare dati da zero.Per selezionare il tuo nuovo partner per le attività digitali non basarti su una singola sponsorizzata e non mandare richieste di preventivo a qualunque azienda si autoproclami “digital agency”. Verifica le recensioni, controlla le testimonianze dei clienti, se ce ne sono, e i casi studio.

Naviga il sito dell’agenzia, leggi gli articoli del blog se presente e fai una capatina nella sezione “chi siamo” dove viene presentato il team perché è quello il team che lavorerà sul tuo progetto.
Valuta l’approccio iniziale, perché il buongiorno si vede dal mattino.

Potresti cadere nella tentazione di chiedere all’agenzia che stai contattando se hanno altri clienti del tuo settore. Potresti addirittura sentirti sollevato se la risposta fosse “Sì, certo”. In realtà potrebbe non essere un vantaggio per te. Potrebbe voler dire che stanno facendo lo stesso lavoro per te e per un tuo potenziale rivale di mercato, magari generando competizione online con conseguente aumento dei costi delle sponsorizzate. In tal caso l’agenzia comunque trarrebbe profitto da entrambi.

Inoltre non è detto che aver gestito la presenza digitale di un’attività simile alla tua voglia dire avere l’esperienza necessaria per portarti risultati: ogni attività è differente, ha obiettivi differenti, clienti differenti e un mercato differente. Solo un’analisi approfondita della tua azienda e di ciò che la riguarda può permettere alla nuova agenzia di acquisire le informazioni necessarie per studiare una strategia adeguata ed efficace.

Passaggio da una web agency a un’altra

La transizione da una digital agency ad un’altra è un’attività che richiede tempo (dove per tempo si intendono “mesi”).
È un po’ come quando si corre la staffetta: il passaggio del testimone non avviene all’improvviso, ma in accordo. O comunque in un mondo ideale dovrebbe andare esattamente così.

Hai deciso di passare ad una nuova agenzia.
Hai preso in considerazione alcune web agency, ne hai visitato il sito, ne hai valutato la presenza on line ed i contenuti. Hai valutato l’approccio del team e le attività che quella determinata agenzia può svolgere per il tuo business.
Hai fatto analizzare la tua azienda e ti sono state sottoposte diverse strategie ed ora non ti rimane che l’ultimo passaggio: scegliere il tuo nuovo partner per le attività online.
A questo punto rimane l’ultimo elemento, quello che fa pendere l’ago della bilancia da una parte piuttosto che dall’altra, l’elemento che di solito ci fa fare la scelta sbagliata: i costi dell’agenzia di web marketing.

Scegliere l’agenzia di marketing con il preventivo più basso non è la scelta giusta. Mai!
La scelta deve racchiudere tutti gli aspetti che abbiamo analizzato fino a questo momento, dalla presenza online, al team, all’approccio analitico e customizzato su di te.
Il budget non va trascurato, ma ora ti regalo un’altra chicca: un’agenzia che merita di essere scelta ti chiederà sempre quanto budget hai da mettere a disposizione per le tue attività di marketing.
Questa domanda spesso sembra insidiosa, ma ci rivela la serietà dell’agenzia. Mettiamo il caso che tu abbia un budget pari a 10.
L’analisi rende evidente che per portare dei risultati al tuo business sia necessario un budget di 20.

La prima agenzia che stai valutando ti fa presente che il budget non è sufficiente per avviare una strategia efficace e bisognerebbe valutare percorsi più scalabili per il tuo business partendo per step ed aggiungendo un tassello alla volta.
La seconda agenzia ti fa l’offerta “pacchetto tutto incluso”, costo totale 5, senza preoccuparsi che non sia la strategia adeguata al tuo caso.
Chi ha l’intento di far crescere il tuo progetto studiando una strategia a lunga scadenza?
Chi di intascare 5 subito?

Consulente per cambio agenzia web

Abbiamo visto che le cose alle quali prestare attenzione quando si cambia agenzia sono davvero molte.
Devi avere un minimo di competenza per capire ad esempio se potrai continuare ad accedere ai pannelli. Devi cercare di capire se ciò che ti stanno offrendo è realmente ciò di cui hai bisogno.
L’agenzia che hai scelto è in grado di gestire tutte le fasi di un progetto a partire dall’analisi, passando per l’ideazione della strategia, sostenendone l’operatività e controllando costantemente i dati nella fase di monitoraggio?

E tu sei sicuro di avere le competenze per riuscire a valutare in autonomia la prossima agenzia alla quale affidarti?

Se arrivato a questo punto ti stai chiedendo come trovare il tempo per fare tutte queste valutazioni ed acquisire nel frattempo le competenze necessarie per fare una scelta ragionata, probabilmente hai bisogno di un professionista che ti possa guidare nella scelta della tua digital agency e nella successiva fase di passaggio dalla vecchia web agency alla nuova.

Contattami per richiedere il tuo preventivo personalizzato per non perdere tasselli importanti delle tue attività on line nel passaggio dalla vecchia web agency alla nuova agenzia.

Chiedimi un preventivo qui per avere la mia consulenza ed il mio supporto operativo e non dovrai preoccuparti di analizzare il tuo nuovo fornitore di servizi web e la strategia che ti proporrà, io lo farò per te!

    Accettazione Privacy Policy

    oppure contattami via mail: info@stefanodiversi.it

    Add a Comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.